iPhone 6 avrà NFC per i pagamenti mobili

Tornano prepotenti i rumors che vogliono un chip NFC all’interno dell’iPhone 6 per lanciare in grande stile i pagamenti in mobilità. E stavolta, la fonte è estremamente attendibile.

Sull’eventuale inclusione di NFC (Near Field Communication) nei telefoni di Cupertino si parla da tempo, e già con iPhone 5 la cosa appariva possibile. E invece, si è dovuto attendere fino all’iPhone 5s per veder comparire il sensore di impronte digitali Touch ID, che poi costituisce uno dei tasselli fondamentali per i pagamenti in mobilità. Per un certo periodo di tempo, i rumors sull’argomento si erano stranamente sopiti, quasi che Apple avesse cambiato idea all’ultimo momento; e ora, invece, dopo i vaticini Ming Chi-Kuo e le aspettative di BrightWire, arriva un’indiscrezione che non lascia adito a dubbi: secondo Morgan Stanley, questo è l’anno di NFC su iPhone.

iphone6-nfc-620x350

Gli analisti del prestigioso gruppo finanziario affermano infatti che Apple adotterà questa tecnologia per dare la spinta definitiva al mercato dei pagamenti in mobilità; lo dimostrerebbero i brevetti della mela, gli accordi in corso di stipulazione e le indiscrezioni provenienti dagli ambienti ben informati. L’NFC, insomma, è pronto per l’implementazione di massa, e Apple sarebbe l’unica in grado di imprimere la giusta accelerazione al sistema.

A riguardo, Morgan Stanley scrive:

NXP è ben posizionata per prendere parte all’ecosistema di pagamenti mobili di Apple. La società ha firmato un accordo di licenza con un cliente nel Q4 2013 -e noi riteniamo sia Apple- relativo all’emergente business degli ID. Un recente brevetto depositato da Apple rivela l’uso potenziale di NFC in concomitanza con un elemento di sicurezza, che riteniamo sarà integrato nei dispositivi. NXP inoltre ha accelerato la spesa in Ricerca e Sviluppo per supportare un nuovo programma relativo ad un nuovo accordo, con incremento di fatturato previsto per la seconda metà dell’anno, cioè in perfetta sincronia col lancio di iPhone 6.

Solo due anni fa, il vice presidente del marketing mondial Phil Schiller in persona bollava l’NFC come la “soluzione sbagliata che non risolve alcun problema.” A quanto pare, i tempi sono cambiati, e le opinioni sull’argomento pure.

Fonte: www.melablog.it

Condividi: